The psychological services into the cyberspace:

a first census on the services offered in Italy.

Stefano Manzo, Anna Cannata, Alessia Cuccurullo, Sara Garbucci, Daniela Lemmo,

Irma Maritato, Emanuela Rodriguez

Associazione Anima APS – Research Institute

 

SCOPO ED OBIETTIVO

La nostra ricerca parte dalle seguenti premesse:

  • Incremento della ricerca di informazioni sulla salute attraverso Internet: 45% al 50% dal 2011 al 2013 (Strategie per la crescita digitale 2014-2020. Presidenza del Consiglio dei Ministri, 2015)
  • Proliferare dei servizi psicologici on line in Italia (270 a maggio 2013 CNOP- 389 a gennaio 2015 ANIMA)
  • Carenza di letteratura in Italia sullo stato dell’arte dei servizi presenti

Da qui nasce la necessità di condurre un’indagine sistematica sui servizi psicologici on line in Italia al fine di  evidenziare prospettive di lavoro che garantiscano qualità dei servizi all’utenza e sviluppo professionale  agli psicologi, con l’obiettivo di:

 

 

Realizzare una mappatura sistematica dei servizi psicologici online in Italia, evidenziando:  quantità, caratteristiche e qualità dei servizi

METODOLOGIA E STRUMENTI

Cosa ricercare?

Definiamo con “Prestazione psicologica on line” tutte le attività di intervento psicologico  tra il “sistema professionista” ed il “sistema cliente”, finalizzate a: informare, sensibilizzare, supportare, modificare, prevenire, curare, abilitare e riabilitare, attraverso l’ausilio delle nuove tecnologie di comunicazione (internet).

Come ricercare?

  • Selezione di sei ambiti specifici e di pertinenza d’azione psicologica
  • Ricerca di parole chiave rappresentative per ciascun ambito
  • Selezione di 108 parole chiave
  • Scelta di fonti informative: motori di ricerca web più diffusi (Google, Bing, Yahoo)

Criteri inclusione  ed esclusione

  • Esperto psicologo risponde; Servizi psicologi via : mail, chat, video e audio-consulenza; Forme blended; Servizi/software/programmi autoguidati.
  • Pagine promozionali per servizi in prossimità biologica; Siti informativi senza servizio; Blog; Forum

 

IL NOSTRO CAMPIONE è COMPOSTO DA 389 SITI

 

ANALISI DEI RISULTATI

 

Il campione è stato analizzato attraverso una griglia concettuale costruita ad hoc.

Attraverso procedura bottom-up, basato sulla metodologia Grounded Theoryi dati sono stati riorganizzati in categorie sovraordinate

I dati sono poi stati processati mediante packaging statistici, al fine di ottenere le principali statistiche descrittive.

 

DIMENSIONI DELLA GRIGLIA CONCETTUALE

ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO

natura degli enti
tipologie professionista
modalità di lavoro individuale/in team
tipologia di servizi offerti
target
modalità di comunicazione
tools

PROFILO DEL PROFESSIONISTA

tipologia di laurea
tipologia di specializzazione post lauream
altri titoli
specifica formazione alle prestazioni online

CONTRATTO CON IL CLIENTE

service device
tariffe per modalità di comunicazione
modalità di pagamento

DEONTOLOGIA

riconoscibilità del professionista (art 4)*
privacy e data storage ( artt. 1,3,7)*

*“Raccomandazioni del CNOP sulle prestazioni psicologiche attraverso tecnologie di comunicazione a distanza” (Novembre, 2013):

Si è proceduto poi ad una analisi delle CORRISOPONDENZE  MULTIPLE  ( ACM ) allo scopo di ottenere dei criteri sintetici di analisi e ad una profilazione dei servizi mediante  CLUSTER ANALYSIS

PROFILI EMERSI

Aspecifici (162 servizi 41,67%)

Politica “opaca”, sul piano informativo, deontologico, contrattuale.
Quota di improvvisazione disinformazione delle norme che regolano la professione a distanza
Confondibilità con servizi erogati da professioni parapsicologiche

Prosociali (78 servizi 20,05)

Mandato di politica sociale del welfare pubblico
Cooperazione tra professionisti e servizi
Interventi consultivi del tipo: expert answer
Interventi innovativi quali quelli tra peer

Freelance (149 servizi 38,30%)

Modello liberale del privato
Trasposizione dal contesto tradizionale, localmente situato
Interventi profilati per tipologia, target e costi
Maggiore adesione ai criteri etici e deontologici

  • North: il numero di servizi è maggiore al North che nel resto di Italia, ma l’alta percentuale dei servizi Aspecific (50%), nei fatti, dimezza il numero effettivo dei servizi.
  • Centre: si caratterizza per una distribuzione più omogenea delle tipologie, il 40% di servizi  aspecifici, 39% freelance e 21% prosocial. In proporzione, è l’area  geografica con più servizi Prosocial.
  • South: il numero di servizi al Suoth è inferiore che altrove, ma  per oltre la metà questi sono profilati 54% freelance.

 

CONCLUSIONI E PROSPETTIVE PER LA COSTRUZIONE DI SERVIZI PSICOLOGICI ONLINE DI QUALITA'

Sviluppo della professione

1)Promuovere il consolidamento di un’ identità professionale fondata sul senso di appartenenza attraverso operazioni di contrasto alla frammentarietà e alla dequalificazione professionale.

2)Produrre conoscenza nella comunità professionale sulla digitalizzazione delle professioni, in atto in tutta Europa, e sulle prospettive di  sviluppo su cui investire

3)Sostenere lo sviluppo di competenze specifiche, (metodologiche  e di setting oltre che informatiche) attraverso una adeguata e riconosciuta formazione degli psicologi

Tutela del cliente

1)Certificare la qualita’ dei servizi  e le competenze del professionista in base a criteri riconoscibili e condivisi

2)Differenziare i criteri di monitoraggio per i servizi pubblici on line da quelli per i servizi  dei liberi professionisti

3) Orientare i servizi alla trasparenza e alla riconoscibilità del professionista e delle sue competenze.

Psicologo online Italia

Quanti psicologi online lavorano in Italia?  Considerati l’incremento della ricerca di informazioni sulla salute attraverso Internet (negli ultimi anni 45% al 50% dal 2011 al 2013 – Strategie per la crescita digitale 2014-2020. Presidenza del Consiglio dei Ministri, 2015) ed il proliferare dei servizi psicologici on line in Italia (270 a maggio 2013 CNOP- 389 a gennaio 2015 ANIMA) nasce la necessità di condurre un’indagine sistematica sui servizi psicologici on line in Italia, dallo sportello dello psicologo online fino ai servizi più articolati,  al fine di  evidenziare prospettive di lavoro che garantiscano qualità dei servizi all’utenza e sviluppo professionale  agli psicologi.

 Quanti psicologi online lavorano in Italia

Il nostro lavoro di ricerca ha consentito di realizzare una mappatura sistematica dei servizi psicologici online in Italia, rispondendo alla carenza di letteratura in Italia, sullo stato dell’arte. Quanti psicologi online lavorano in Italia ed in che modo? I criteri di lettura delle caratteristiche dei diversi servizi di psicologia online ci hanno consentito di mettere in luce la varietà dell’offerta (dallo sportello di psicologia online istituzionale fino ai singoli professionisti), gli standard di qualità del servizi, differenziato per le regioni del territorio nazionale, i punti di forza e di debolezza da tenere in considerazione per lo sviluppo della professione psicologica in internet, sia per i liberi professionisti sia per le istituzioni,  nell’interesse di  garantire maggiore tutela dei nostri clienti.

Sviluppo Psicologo online

Lo sviluppo della professione psicologica online richiede il consolidamento di un’ identità professionale fondata sul senso di appartenenza  ed un investimento culturale sullo  sviluppo di competenze specifiche, (metodologiche  e di setting oltre che informatiche) attraverso una adeguata e riconosciuta formazione degli psicologi.

Tutela Cliente

Abbiamo bisogno di certificare la qualità dei servizi  e le competenze del professionista in base a criteri riconoscibili e condivisi e orientare i servizi alla trasparenza e alla riconoscibilità del professionista e delle sue competenze.

 

 

 

XIV European Congress of Psychology -Milano 7-10 luglio 2015